Giorgio Pagni

Il corso di coaching di 100 ore della scuola MediCoaching tenuto in modo veramente magistrale da Silvia e Gianni mi ha donato una completa e profonda acquisizione del metodo, fornendomi significativi arricchimenti, stimoli e riflessioni che rimarranno profondamente impressi dentro di me .
Non solo una metodo veramente utile in campo professionale ,ma soprattutto un vero cambiamento nel modo di essere e di pensare, alimentando la mia creatività e la mia gioia dove l”Io’ ritrova il proprio ‘Se con un vero allineamento tra la volontà personale e quella universale .Un semplice ma sincero grazie per tutto questo.

Giorgio

Daniela Morandi

Un corso che è diventato prima di tutto un viaggio introspettivo dentro me stessa e che ha fatto emerge nuove e sfidanti potenzialità , un nuovo modo di percepirmi con gli altri dove l’ascolto è attivo, la consapevolezza della persona diventa il centro di tutto e sento che ora sono connessa con l’ “essenza” del coaching.

Daniela

Gloria Roncassaglia

Il corso di Medicoaching si è rivelato stimolante, interessante e avvincente. Il percorso ha fatto riemergere in me interessi, passione e creatività. In questi mesi ho osservato il mio spazio ed esplorato nuovi punti di vista, ho riconosciuto gli ostacoli, definito nuove strategie ed acquisito nuove consapevolezze; è stato un viaggio introspettivo impegnativo ma sicuramente molto utile e potenziante.

Gloria

Fabrizio Levoni

Nel corso frequentato alla scuola Medicoaching ho trovato ciò che da tempo stavo cercando: trovare uno strumento che potesse promuovere l’umanità anche in campi, come l’ambiente di lavoro, dove i tecnicismi tendono ad ampliare in modo esponenziale il gap relazionale tra le parti in causa.
Il coaching che ho appreso presso questa scuola trascende il metodo (sebbene ti premetta di apprenderlo in tutti i suoi aspetti) per enfatizzare i valori che sono alla base dell’essere coach, dell’esplorare il proprio se’ alla ricerca del meglio di noi, e promuovere questo potentissimo strumento nelle relazioni interpersonali (quindi anche sul lavoro, ma non solo!!!!).
Buone relazioni, riconoscimento e valorizzazione delle potenzialità personali in sé e negli altri, condivisione di obbiettivi, nuovi schemi mentali volti alla realizzazione personale, assumere consapevolezza, responsabilità e autonomia nella propria vita, posizionarsi sulla relazione Io sono Ok, Tu sei Ok, sono tutti elementi che possono davvero creare valore umano e efficenza organizzativa all’interno delle aziende….. e nella vita di chi le anima. Questo è ciò che mi propongo di fare!

Fabrizio

Saverio Garrangio Contini

Da anni sono alla ricerca della mia nuova dimensione. Tutto ciò che prima era stato non aveva senso di essere: mi occorreva uno strumento per stimolare la mia rinascita.
Per questo motivo ho intrapreso questo percorso, prima di tutto per me stesso, poi cammin facendo ho compreso che ne voglio fare la mia professione.

Nelle mie attitudini c’è sempre stato il piacere dell’ascolto: ma è solo con la conoscenza e l’approfondimento di questo metodo che ne ho compreso il valore.
Medicoaching

Saverio

Antonella Lioce

“Nessuno è nato sotto una cattiva stella; ci sono semmai uomini che guardano male il cielo” DALAI LAMA.
Penso che questa frase sia perfettamente aderente alla mia esperienza di tutor d’aula nella formazione della scuola di Medicoaching marzo/luglio 2015.
Ognuno di noi è portato ad intraprendere un proprio cammino e sta in ognuno di noi accettarlo consapevolmente e con coraggio e lealtà e prendersene carico. E’ necessario a mio parere volgersi questa domanda :” Cosa desidero?” e se è necessario chiederselo anche durante il cammino, verificando ogni volta quanto la meta desiderata sia effettivamente reale ed autentica per noi stessi, un desiderio naturale che ci appartiene.
Ebbene questa esperienza mi ha messo alla prova più volte nel verificare l’autenticità del mio desiderio ed è stata una parte del mio cammino che mi ha fortificato e confermato nel mio essere.
Ringrazio Silvia e Gianni che anche questa volta mi hanno sostenuto ed affiancato nel mio cammino e tutti gli allievi ora coach per avermi accolta come loro tutor.
Antonella

Lorenza Gianotti

È stato un percorso formativo interessante guidato da persone altamente competenti che molto insistono sull’insegnamento di un metodo puro e, dopo essermi confrontata con coach uscenti da altre scuole, riesco a comprendere e ad apprezzare ancora di più questa loro linea. In mezzo alla giungla di offerte spesso contraddittorie, questo corso riconosciuto da AICP dà degli strumenti che altre scuole non danno. Sarebbe bello si potesse pensare ad un corso nuovo con delle lezioni aggiuntive e relative esercitazioni.

Claudia Lucaccioni

Quando sulla mia strada è apparso il coaching stavo vivendo un periodo personale di smarrimento profondo in cui avevo perso la bussola. Vivevo la mia quotidianità senza essere centrata nel presente .

Mentre ascoltavo le lezioni di Silvia e Gianni , mi ponevo degli interrogativi:  chi ero? come stavo veramente? cosa provavo? e dove volevo andare?.

Grazie al coaching ho potuto guardarmi dentro come non lo avevo mai fatto prima, ho guardato in faccia i miei disagi e squilibri del momento ed ho ri-scoperto le mie potenzialità. Ho capito come usare le mie qualità per superare gli ostacoli e perseguire il mio obiettivo primario, il raggiungimento di uno stato di  ben-essere.

In tutto ciò ho scoperto un”attrezzo” formidabile , le domande aperte. Domande che rivolgi a te stesso, che necessitano risposte più ampie di un semplice “si” oppure di un “no”.  Domande che ti stimolano a scovare ed esternare in maniera autentica ciò che hai dentro, ciò che sei, ciò che vuoi; domande “semplici” ma di una potenza immensa perché, anche se non ricevono una risposta nell’immediato, lavorano a livello inconscio per giorni e giorni fin quando ad un certo punto tutto diventa chiaro, il percorso di vita è di nuovo illuminato.

Oggi so di essere una persona centrata, determinata, autonoma, responsabile, entusiasta ed energica, socievole ed accogliente.

Cerco di applicare il coaching sia nella vita quotidiana con la mia famiglia che nell’ambito lavorativo con i colleghi ed i collaboratori.

Consiglio a tutti di intraprendere questo cammino, fa la differenza con se stessi e nelle relazioni con gli altri!

Sarete accompagnati da due “spiriti-guida” meravigliosi, Gianni e Silvia , i capisaldi della scuola Medicoaching.

Anastasia Montone

Partecipare alla Scuola di Medicoaching ha costituito per me, con grande sorpresa, un reale arricchimento personale. Tale percorso ha determinato un importante miglioramento del mio stato d’essere. Ha aggiunto, inoltre, un prezioso contributo fornendomi gli strumenti per affrontare con minor fatica e piu’ entusiasmo il mio lavoro di medico di medicina generale.
Un ringraziamento sincero a Silvia e Gianni che in questo insegnamento ci mettono tutto il cuore e una grande professionalità.

Anastasia

Tamara Rossetti

Quante volte ci siamo chiesti come fare per essere felici? Come fare per cambiare?… E quante altre, troppe volte ci siamo risposti che non era possibile, o troppo difficile! Che il cambiamento non è possibile… Ecco dopo questo percorso ho capito è provato che si può cambiare! Che la strada è ancora lunga ma che attraverso me stessa inizio a vedere le cose con occhi diversi… Che si può fare! Percorso di Coaching che ha toccato ogni sfaccettatura di me… Nelll’ io, nelle relazioni e nella Famiglia… Cambiamenti a volte quasi impercettibili ma che continuano ed esserci… Ogni dottore dovrebbe prescrivere una ricetta di Coaching per migliorare la propria vita e per raggiungere la felicità …grazie a chi mi ha condotto e chi mi ha sorretto in questo viaggio meraviglioso che è il Coaching !

Tamara

Vincenzo Marino

Ho appena terminato il mio secondo percorso presso la scuola Medicoaching come Tutor di aula ed è stata un’esperienza altamente formativa. Ho auto la possibilità non solo di rivedere il percorso da coach da una prospettiva diversa, ma ho principalmente rafforzato i mieli livelli di Consapevolezza, Autonomia e Responsabilità che rappresentano l’essenza del coaching!!! Sono ancora più convinto che il coaching è utilissimo per la società e rappresenti la chiave per aprire la porta delle coscienze, guardare in faccia i propri bisogni, vincere i blocchi che ci auto imponiamo e trovare il coraggio di andare diritto verso i propri obiettivi…qualsiasi essi siano. Entrare nella scuola Medicoaching, significa lasciare fuori la porta quello che si crede di essere (professionista, impiegato, genitore, coniuge ecc.) e intraprendere un viaggio introspettivo alla scoperta di un proprio sé superiore.
In più posso aggiungere un’indiscutibile certezza: qualsiasi sia il vostro smarrimento durante il percorso, affidatevi con fiducia ai docenti Medicoaching e troverete il vostro faro che illumina la strada da percorrere!!!!

Vincenzo

Antonietta D'Abrosca

RINGRAZIAMENTI
A mio marito, Marco, che mi sostiene in ogni mio progetto e percorso di crescita personale. Ad Alessandro Domenico e Giulia Maria, per la Luce che mi trasmettono, la gioia e l’innocenza dei bambini.
Un particolare grazie, dal profondo del mio cuore, ai Docenti Silvia e Gianni che, al mio parere, sono riusciti a dosare con la loro intelligenza, la loro grande professionalità e con il loro Amore, l’equilibrio del nostro gruppo, rendendo questo corso formativo di Life Coach non solo una formazione ma soprattutto un percorso di crescita personale. Vero nutriente per il Corpo, per la Mente e per l’Anima. Grazie.
Grazie ai miei colleghi “corsisti” per il buon umore trasmesso, grazie al mio “Coach Giuseppe” e al mio “Coachee Andrea” – grazie ai Tutor, in particolare Vincenzo per la Sua disponibilità e professionalità. Grazie ad Annalisa per avermi accompagnata in questa avventura e avere condivisi i 3’500 km di tratto autostradale!
Infinitamente Grazie a Anna Luisa, senza la quale non avrei avuto il piacere di conoscere Silvia e Gianni. Grazie Anna! Senza di Te, sarei ancora a farmi mille domande, ora con questo corso ho svuotato di un bel po’ il contenitore!

Luigi Ranieri

Un percorso di crescita professionale e personale, caratterizzato da pragmatismo, chiarezza sul metodo del coaching e, grazie a Gianni e Silvia, solide basi scientifiche spiegate in modo accessibile.

Daniele Vezzani

Il percorso di introduzione al coaching con Silvia e Gianni si è rivelato denso di molti significati, anche oltre al coaching come professione. Al di là dell’applicazione del metodo nella mia professione, preserverò uno splendido ricordo degli spunti, le note, gli arricchimenti e le fonti fornitemi nelle 10 dense giornate di corso. Una esperienza professionale ed umana veramente arricchente!
Daniele

Maurizio Girau

La scuola ti permette di attivare un percorso in cui si arriva a conoscersi a fondo, capire quello che piace di se stessi e poterlo utilizzare al servizio del prossimo.

La scuola ti stimola ad essere te stesso, non ha diventare qualcun altro per poter vendere qualcosa.

Perché nella professione metti te stesso al servizio del prossimo per affiancarlo in qualunque cosa abbia bisogno in quel momento della sua vita guadagnandoti enormi soddisfazioni oltre che il semplice denaro.

Quello che impari lo puoi usare x la professione di coach, applicarlo in un altro lavoro o nella vita quotidiana.

La scuola ti insegna a capire come superare i limiti che sono sempre imposti da se stessi o da chi circonda.

Impari anche a focalizzare l’obiettivo che sia di carattere personale o materiale e scegliere una unica strada , ma selezionare la più facile, percorribile e divertente possibile.

Il coaching è uno strumento, uno strumeto potente.

Tutto questo serve a se stessi, è utilizzabile anche per gli altri e si adatta alle piccole o grandi questioni.

Terminata la scuola hai gli strumenti per un nuovo lavoro, conosci il percorso per arrivare a gestire il tuo io, ed aiutare gli altri e chi ti sta a cuore.

Insomma sentirai di essere diventata una persona equilibrata, padrona di sé, energica, in pace con l universo, e vien naturale usare questa tua nuova forza x aiutare chi lo richiede attorno a te.

Myriam Santoro

Che problemi avevo e come li ho risolti grazie al coaching?

Problema 1: mettere il mio benessere davanti all’essere compiaciuta degli altri.

L’ho risolto semplicemente facendolo.

Problema 2: la procrastinazione. Domandavo cose per paura di non essere all’altezza.

Dopo aver frequentato la scuola ho un sito, scritto 2 libri, registrato un marchio e scrivo articoli per giornali. In soli 6 mesi.

Problema 3: la gestione dell intuizione.

Ho imparato che è un mio punto di forza e non un limite.

Non è vero che rende difficile stare in questo mondo anzi ti permette di starci meglio.

E questo vale per tutti e tutto.

Il coaching ti aiuta a cambiare prospettiva. Nel mio caso a ribaltarla.

Il coaching che ho appreso presso questa scuola trascende il metodo (sebbene ti premetta di apprenderlo in tutti i suoi aspetti) per enfatizzare i valori che sono alla base dell’essere coach, dell’esplorare il proprio se’ alla ricerca del meglio di noi, e promuovere questo potentissimo strumento nelle relazioni interpersonali (quindi anche sul lavoro, ma non solo!!!!).

Buone relazioni, riconoscimento e valorizzazione delle potenzialità personali in sé e negli altri, condivisione di obbiettivi, nuovi schemi mentali volti alla realizzazione personale, assumere consapevolezza, responsabilità e autonomia nella propria vita, posizionarsi sulla relazione Io sono Ok, Tu sei Ok, sono tutti elementi che possono davvero creare valore umano e efficienza organizzativa all’interno delle aziende.